Venerdì 5 luglio 2019 ore 21.30 inaugurazione “VOLÙMINA atto secondo – le artiste e il libro” a cura di Chiara Diamantini e Simona Zava

VOLÙMINA atto secondo – Le artiste e il libro: la mostra che caratterizzerà l’estate culturale del Museo Nori De’ Nobili di Trecastelli con le opere di quarantadue artiste

Il Museo Nori De’ Nobili di Trecastelli inaugura venerdì 5 luglio 2019, alle ore 21.30, la mostra “VOLÙMINA atto secondo – le artiste e il libro” a cura di Chiara Diamantini e Simona Zava. Un nuovo progetto per il Museo e Centro Studi sulla Donna nelle Arti Visive Contemporanee, che vede Trecastelli protagonista di una singolare iniziativa per l’estate 2019. L’esposizione concerne in una selezione di libri-oggetto e pagine, molti dei quali appartenenti all’Archivio di Poesia Visiva e Librismo del Museo Comunale d’Arte Moderna dell’Informazione e della Fotografia di Senigallia.La mostra propone quarantadue artiste, provenienti, oltre che dall’Italia, da vari paesi europei, dal nord e sud America e dal Giappone. L’esposizione è un’occasione imperdibile per apprezzare le opere di Annalisa Alloatti, Cesi Amoretti, Mirella Bentivoglio, Tomaso Binga, Irma Blank, Anna Boschi, Sara Campesan, Luisella Carretta, Paula Claire, Betty Danon, Paola Dessì, Chiara Diamantini, Neide Dias De Sá, Lia Drei, Anna Esposito, Kiki Franceschi, Coco Gordon, Anna Guillot, Elisabetta Gut, Randi Hansen, Ana Hatherly, Annalies Klophaus, Janina Kraupe, Maria Lai, Sveva Lanza, Patrizia Lo Conte, Gisella Meo, Patrizia Molinari, Aurélia Muñoz, Giulia Niccolai, Anézia Pacheco e Chaves, Pia Pizzo, Betty Radin, Giovanna Sandri, Alba Savoi, Greta Schödl, Berty Skuber, Franca Sonnino, Chima Sunada, Anna Torelli, Anna Uncini, Silvia Venuti. La mostra “VOLÙMINA atto secondo – le artiste e il libro” è promossa dall’Assessorato alla Cultura della Città di Trecastelli e dal Museo Nori De’ Nobili, in collaborazione con il Museo Comunale d’Arte Moderna dell’Informazione e della Fotografia di Senigallia, l’Associazione Carlo Emanuele Bugatti Amici del Musinf e con il patrocinio della Commissione per le Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche. L’ingresso e le visite guidate, per singole persone e gruppi, sia alla mostra che al museo, sono gratuiti.