Sabato 26 gennaio 2019 ore 18 presentazione del libro “Brodetto ottobrino, consommé di carotine – DIARIO della PRIGIONIA di MARIO BIANCHINI”

Sabato 26 gennaio 2019, alle ore 18.00, si terrà alla Biblioteca Comunale di Trecastelli, presso il Villino Romualdo di Ripe, la presentazione del libro “Brodetto ottobrino, consommé di carotine – DIARIO della PRIGIONIA di MARIO BIANCHINI” a cura di Luigi Maria Bianchini (Ventura Edizioni). L’incontro è organizzato in occasione della Giornata della Memoria 2019.  Dopo i saluti istituzionali interverranno Catia Ventura, editrice del libro, e l’autore Luigi Maria Bianchini.Il volume è il diario di prigionia del ventitreenne Mario Bianchini, tenente romano della Guardia alla Frontiera che, poco dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, è fatto prigioniero col suo plotone e gli altri uomini del presidio, compresi i superiori. Sono tutti catturati dalle truppe tedesche, che si appropriarono anche di tutto il materiale bellico e alimentare, e sono trasportati nei campi di concentramento: lui finirà in Polonia. Qui giunti, comincia da subito la propaganda perché tradissero il giuramento fatto allo Stato Italiano ed entrassero a far parte delle truppe germaniche o della Repubblica Sociale Italiana di Mussolini. Come convincerli? Facendo leva sulla fame che già li attanagliava. La reazione fu negativa e quasi nessuno di loro accettò il trasferimento. Luigi Maria Bianchini, neuropsichiatra, agopuntore, giornalista, autore di oltre cinquanta pubblicazioni scientifiche e lavori di storia della medicina o socio-antropologici è inoltre organizzatore di numerosi convegni medici e culturali. Fondatore di un giornale medico, che ha diretto, come pure uno sperimentale di psichiatria e uno comunale d’informazione. La presentazione del libro “Brodetto ottobrino, consommé di carotine– DIARIO della PRIGIONIA di MARIO BIANCHINI” è promossa dal Comune di Trecastelli e dalla Biblioteca Comunale, ed è organizzata per il Giorno della Memoria, giornata di commemorazione delle vittime dell’Olocausto e di tutti coloro che hanno protetto i perseguitati. La manifestazione è a ingresso libero.